Se volete sapere come scegliere un buon ristorante questa potrebbe essere la guida che farà al caso vostro. Quella del ristorante può sembrare una scelta banale e non dettata da precise motivazioni. Forse, in passato lo è stato ma oggi non è più così. La concorrenza è molta e la gente pretende sempre il massimo. In più, oggi c’è Internet che permette in pochi secondi di trovare i ristoranti della propria città e di leggere le recensioni degli utenti che ci sono stati almeno una volta. Andremo, ora, a scoprire quali sono i criteri da utilizzare per distinguere un buon ristorante da uno che non lo è, senza dimenticare che non esistono dei parametri validi allo stesso modo per tutti e che, dunque, ogni giudizio potrebbe essere influenzato da una miriade di fattori soggettivi, cioè che cambiano da un individuo ad un altro.

buon ristorante

L’ambiente

Un ristorante deve, innanzitutto, essere accogliente. Soprattutto quando una persona vi entra per la prima volta, è importante non sentirsi a disagio ma entrare subito in sintonia con l’ambiente. Questo non vuol dire che siano accoglienti solo i ristoranti molto grandi, con ampi spazi. Se ben arredato, anche un piccolo ristorante potrebbe offrire un ambiente ospitale e ben accogliente. La questione dello spazio, comunque, riveste una certa importanza. I tavoli andrebbero posti non troppo vicini l’uno dall’altro. Ciò diventa rilevante per due motivi: il primo prevalentemente di ordine logistico. Infatti, se c’è poco spazio tra un tavolo e l’altro diventa difficile muoversi non soltanto per i clienti ma anche per il personale del ristorante. Il secondo motivo ha a che fare, se vogliamo, con la privacy dei clienti. Sebbene il ristorante sia un luogo pubblico, un minimo di distanza tra un tavolo e l’altro è necessario per creare la giusta distanza che deve esserci tra persone che non si conoscono e che vogliono godersi la giornata o la serata in compagnia dei propri parenti o amici.

La qualità del cibo

Premesso che anche sul cibo non tutti potrebbero essere d’accordo, è chiaro che la qualità degli alimenti e dei prodotti cucinati riveste un’importanza cruciale nella scelta di un ristorante. In realtà, spesso è necessario assaggiare i piatti della casa prima di poter giudicare il ristorante dal punto di vista culinario. Se, però, siete dei buongustai e se assaggerete delle pietanze che mangiate spesso anche a casa vostra potreste subito rendervi conto della qualità del piatto che vi è stato preparato e, soprattutto, del modo in cui è stato cucinato.

Il prezzo

Il discorso del prezzo è qualcosa di molto delicato. Trovare il giusto rapporto qualità/prezzo in un ristorante non è mai semplice. Torniamo sempre al discorso di prima, ovvero ad una questione che, inevitabilmente, si scontra con i gusti degli individui e, in questo caso, anche con le loro opportunità dal punto di vista economico. Da questo punto di vista, il consiglio è di scegliere un ristorante in linea con la cifra che volete spendere. Cercate di acquisire in anticipo informazioni sui prezzi che propone il ristorante, così da non andare incontro a sgradite sorprese. Ricordatevi che sui prezzi proposti da un ristorante incidono tanti fattori. Oltre alla qualità degli ingredienti, vanno considerati anche aspetti come la città, la location, l’ambiente, la qualità del servizio e tante altre cose.

Le posate e le tovaglie

Una delle prime cose che i clienti guardano in un ristorante è il modo in cui viene preparato il tavolo. Le donne, in particolar modo, ripongono molta attenzione in tutto ciò che ha a che fare con la pulizia. Il personale, inoltre, deve rispettare le regole in uso in merito alla posizione delle posate. Insomma, il cliente potrebbe dare molta importanza a questi aspetti che, ad una prima analisi, potrebbero sembrare marginali ma che, in realtà, potrebbero fare la differenza.

scegliere ristorante

Il menù

Il menù non deve essere semplicemente l’elenco dei piatti e dei prezzi proposti dal ristorante. Deve rappresentare il momento in cui il cliente comincia ad entrare in sintonia con il ristorante. Ogni piatto, soprattutto quelli più particolari, deve contenere con esattezza e precisione i vari ingredienti contenuti all’interno. E’ vero che, eventualmente, c’è la possibilità di chiedere informazioni al personale addetto alla sala ma è sempre meglio essere precisi il più possibile nel menù. Ovviamente, è necessario creare ordine tra i vari tipi di piatti. Per intenderci, l’elenco dei primi piatti va inserito in una pagina diversa rispetto a quella dei secondi o delle bevande. Se nel vostro menù riuscirete a inserire anche le immagini relative ai prodotti da voi offerti allora potrebbe essere più facile catturare l’attenzione dei clienti.

Le recensioni e il passaparola

Se un ristorante vi viene consigliato da una persona di fiducia allora sono maggiori le chance che quel locale possa piacervi. Oggigiorno, però, ci sono anche altri modi per riconoscere sin da subito un buon ristorante. Innanzitutto, diciamo che un ristorante dotato di un sito web parte già con qualche punto a favore. Nel caso in cui dovesse mancare il sito, potrebbe andare bene anche una pagina su Facebook o su qualche altro social network. Insomma, il ristorante deve essere visibile e gli utenti devono poterlo facilmente rintracciare. Da questo punto di vista, assumono una certa importanza anche le recensioni rilasciate dagli utenti nei portali specializzati. Se la media voti degli utenti è molto alta allora potrebbe essere il segnale che quel ristorante potrebbe fare al caso vostro. Non fatevi ingannare, però, soltanto dai voti. Leggete con attenzione i commenti, soprattutto quelli più lunghi i quali dovrebbero essere anche quelli più attendibili.