Quando si parla di mangiare, si sa che ognuno ha i suoi gusti. C’è chi preferisce la cucina tradizionale, chi quella etnica, chi la semplice pizza e chi mangia solo determinate pietanze per scelta o per motivi di salute. Tuttavia, quando si parla di scegliere quale siano i migliori ristoranti in cui mangiare, la selezione viene fatta su canoni più oggettivi e, soprattutto, viene fatta da esperti della cucina, che sanno distinguere gusti, profumi, modalità di cottura e molti altri dettagli che la maggior parte delle persone non immagina neanche.
Così, gli esperti in gastronomia ogni anno stilano una serie di classifiche, sui migliori ristoranti d’Europa, d’America, del mondo o di singole nazioni. Classifiche che per molti rimarranno solo una curiosità, ma che in molti casi, invece, assicurano la possibilità di godere, magari durante un viaggio di lavoro o di piacere, delle cucine migliori del mondo.

Per quanto riguarda l’Europa, la classifica del 2016 ancora non è disponibile, per cui quando si parla dei migliori ristoranti del Vecchio Continente ci si riferisce, per ora, alla graduatoria del 2015, e in particolare alla classifica stilata dall’OAD (Opinionated About Dining), progetto di livello mondiale che realizza la propria graduatoria seguendo le opinioni degli utenti esperti ed appassionati di gastronomia.
La classifica 2015 vede in prima posizione il ristorante spagnolo Azurmendi. Sito a pochi chilometri da Bilbao, questo ristorante si trova in piena campagna, e proprio in questa campagna vengono coltivati i prodotti utilizzati nella maggior parte dei casi dallo chef Eneko Atxa.

migliori ristoranti europa

Francesi i due ristoranti che si classificano alla seconda e terza posizione (rispettivamente Troisgros, ad un’ora da Lione e L’Arpège, a Parigi, che offre cucina minimalista in cui gli elementi principali sono le verdure).
E tra le prime dieci posizioni si trovano anche altri ristoranti spagnoli, come il Quique Dacosta Restaurante, che offre una cucina moderna a base di pesce, il Diverxo che fonde gusti spagnoli ed asiatici e l’Extebarri, in cui la griglia è la regina della cucina.
Sempre tra i primi posti è il ristorante belga In de Wulf, in cui il giovane e famoso chef Kobe Desramaults offre piatti tipici delle Fiandre, con sapori ed aromi che si impongono con decisione, nonostante siano poco noti al grande pubblico.

Ma tra i migliori ristoranti europei figurano anche diverse realtà italiane. Tra le prime dieci posizioni vi è Le Calendre, ristorante in provincia di Padova il cui chef, Massimiliano Alajmo, offre piatti tradizionali aggiornati con idee moderne ed internazionali.
Alla quindicesima posizione vi è invece il ristorante Dal Pescatore (a Canneto sull’Oglio, in provincia di Mantova), una cucina classica e tradizionale con ricette che si trasmettono da almeno due generazioni. Diciassettesima, invece, l’Osteria Francescana (a Modena), un ristorante moderno che unisce tradizione a innovazione.

Per conoscere la classifica completa dei migliori ristoranti d’Europa si può visionare il sito dell’OAD, all’indirizzo http://www.opinionatedaboutdining.com/2015/europe.html